130 medici e scienziati alla conferenza sui cannabinoidi della IACM che ha eletto una donna (italiana) come nuovo presidente

17/10/2013 16:56

praga21Il 27-28 settembre a Colonia circa 130 scienziati, medici, studenti ed altri, principalmente dall’Europa, hanno partecipato alla Conferenza 2013 della IACM (International Association for Cannabinoid Medicines) sui cannabinoidi con ottimi colloqui, discussioni animate e buon cibo in un clima cordiale. I colloqui sono stati registrati e saranno resi disponibili per i membri sul sito internet dell’IACM entro alcune settimane.

La IACM ha onorato quattro persone per particolari realizzazioni per quanto riguarda la re-introduzione di cannabis e cannabinoidi nella medicina. Il Comitato del Premio dell’IACM, composto dai vincitori precedenti, ha effettuato le seguenti decisioni: il Premio IACM 2013 per la ricerca clinica va a Philip Robson, l’IACM Ester Fride Award 2013 va a Vincenzo Di Marzo, il Premio IACM 2013 per i giovani ricercatori va a Tibor Harkany e il Premio Speciale 2013 dell’IACM va a Roger Pertwee. I premi dell’IACM sono associati ad una ricompensa in denaro di 500 Euro.

foto482b

Gli sponsor del meeting hanno contribuito in larga misura al suo successo. Ci sono state sponsorizzazioni dalla Bedrocan, Bionorica Ethics, Almirall Hermal, Fundacion Canna, THC Pharm, Phytoplant Research, Paradise Seeds e Terra Energetika. Gli estratti dei colloqui ed i manifesti sono disponibili nell’abstract book nel Sito web della Conferenza.

Inoltre nel giorno inaugurale l’Assemblea Generale dell’IACM ha scelto Daniela Parolaro (nella foto), professore presso l’Università degli Studi dell’Insubria (Italia), come suo nuovo presidente. Mark Ware (Canada) è stato eletto secondo presidente e Franjo Grotenhermen (Germania) è stato rieletto direttore esecutivo.

Fonte: International Association for Cannabinoid Medicines (IACM)

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: