Il vero problema per i pazienti? E’ l’importazione del farmaco

20/01/2014 16:29

cannabis terapeutica pianteE’ un paradosso tutto italiano. Potremmo avere ottime varietà di cannabis terapeutica prodotta dai laboratori del Cra Rovigo, come mostrato da un reportage del Corriere.it, ma i nostri pazienti non ne possono beneficiare a causa della legge vigente (dpr 309/90). E come più volte abbiamo ricordato, dopo essere riusciti a trovare un medico che prescriva loro la cannabis, devono cercarla presso le farmacie galeniche pagando il farmaco anche 40 euro al grammo, oppure tentare la strada della prescrizione tramite farmacia ospedaliera dove il farmaco è a carico del Sistema Sanitario Regionale nelle regioni che hanno legiferato in materia, ma la procedura burocratica è talmente lunga e complessa che solo in pochi riescono alla fine ad ottenere il tanto agognato farmaco (nel 2013 circa 60 pazienti in tutta Italia).

Il problema di fondo, anche nelle Regioni nelle quali è stata legalizzata la cannabis ad uso terapeutico, rimane l’approvvigionamento. Sarebbe già pronto in realtà un programma del Cra di Rovigo in collaborazione con il Cnr e lo Stabilimento Chimico Farmaceutico militare di Firenze per produrre la cannabis e distribuirla ad Asl e ospedali. Ma è necessaria la firma del ministero del Salute, perché, per produrre una sostanza classificata come stupefacente c’è bisogno dell’autorizzazione ministeriale.

Si potrebbe mettere in opera un programma scientifico rigoroso che porterebbe alla produzione di cannabis vendibile ad un prezzo ragionevole, almeno 1/3 di quello attuale. Essendo istituti pubblici sarebbe evitata la speculazione finanziaria tipica delle multinazionali farmaceutiche e si eviterebbe anche la speculazione di competenze per la quale ogni esperto potrebbe cercare di portare acqua al proprio mulino. E non ci sarebbe un rischio di monopolio ma semplicemente un’assistenza costante di professionisti che mettono a disposizione le proprie conoscenze.

E’ dal 1994 che al laboratorio del Cra di Rovigo vengono fatti esperimenti sulla cannabis. Coi fondi adeguati potremmo avere una tra le più grandi collezioni di semi delle varietà conservate in Europa e nel mondo.

Redazione Cannabisterapeutica.info

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: