Cannabis terapeutica: finalmente la produrremo in Italia?

11/04/2014 16:05

cannabis_uso_medicoE’ il nodo della questione che ancora oggi non permette a molti pazienti di avere accesso ai farmaci a base di cannabis: l’importazione del farmaco.

Nonostante il decreto legge del 2007 che permette cure con farmaci cannabinoidi laddove ci sia necessità e le varie leggi regionali in materia, finché non sarà autorizzata la produzione e continueremo ad importare i farmaci derivati dalla cannabis dall’Olanda, sarà difficile trovare una soluzione. E lo stesso discorso vale per il Sativex, che costa più o meno 700 euro per un mese di terapia.

Dopo l’appello di Enzo Brogi del Pd e la petizione del senatore Luigi Manconi che hanno sottolineato i vantaggi che la produzione di cannabis terapeutica potrebbe portare in termini di risparmio e di utilizzo di competenze, visto che valide strutture in grado di assolvere a questo compito, come il Cra di Rovigo o lo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze, ci sono già, c’è stata la prima apertura da parte del ministro della Salute Lorenzin.

L’altra sera a Porta a Porta il ministro Lorenzin ha dichiarato che: “Dal punto di vista farmacologico, non ci sono problemi all’uso terapeutico della cannabis” e “nessuno ne mette in dubbio l’effetto, ma va trattato come un farmaco”, assicurando che: “Ne abbiamo parlato anche con l’Aifa”.

Per il parlamentare del Pd Capone, che nei giorni scorsi aveva presentato un’interrogazione al ministro proprio su questo argomento: “Quanto dichiarato recentemente dalla ministra della Salute sul valore terapeutico della cannabis è un importante segnale di apertura”.

Ora sembra che il governo stia lavorando all’ipotesi di investire per la lavorazione dei medicinali a base di cannabis in un progetto al quale lavorerebbe lo stesso ministro Lorenzin insieme al ministro della Difesa Roberta Pinotti per la competenza sul Farmaceutico.

Redazione Cannabisterapeutica.info

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: