A Los Angeles la prima fiera sulla cannabis terapeutica dedicata ai pazienti

07/07/2014 15:14

The California Heritage farmer marketE’ come un normale mercato dove i consumatori si informano sulla qualità e il prezzo dei prodotti prima che vengano pesati per stabilirne il prezzo, l’unica differenza è che invece che fiori, frutta e prodotti tipici, si trova la cannabis terapeutica.

La fiera che è stata inaugurata il 4 luglio, giorno della festa d’Indipendenza americana, a Los Angeles è infatti il primo evento dedicato esclusivamente ai pazienti che utilizzano la cannabis, tanto che per poter effettuare l’ingresso, bisognava mostrare la propria prescrizione medica. The California Heritage farmer market, andato in scena nel week end appena passato, è stato il primo del suo genere e nonostante il sole cocente centinaia di persone hanno atteso il loro turno, formando code all’ingresso, per poter avere accesso alla struttura.

the California Heritage farmer market 2All’interno, oltre alle infiorescenze di varie genetiche di cannabis con diversi princìpi attivi e quindi diversi effetti terapeutici, i pazienti hanno potuto trovare un’ampia gamma di prodotti, dai lecca-lecca, alle caramelle, barrette di cioccolato, biscotti e meringhe ricche di THC o CBD, passando per oli ed estratti, oltre ai vari prodotti che possono essere utilizzati per assumere la cannabis, come i vaporizzatori da tavolo e quelli portatili.

In California, la marijuana è infatti legale solo per scopi medicinali. Per uso ricreativo, il possesso di meno di un’oncia (28 grammi) potrebbe tradursi in una multa, mentre quantitativi maggiori possono portare ad accuse penali. I commenti positivi della maggior parte dei pazienti sono stati riguardo alla possibilità di capire la qualità del prodotto e di ricostruire la filiera produttiva, con genetiche che spesso vengono testate da laboratori all’avanguardia in modo che i pazienti possano contare su prodotti di alta qualità e che abbiano quindi gli effetti desiderati. Poi, oltre al prezzo vantaggioso, visto che è stato possibile acquistare le infiorescenze al prezzo di 7 dollari al grammo rispetto ai 20 chiesti solitamente da un dispensario, è stata anche l’occasione di riunire insieme produttori e consumatori.

Adam Agathakis, uno degli organizzatori dell’evento, ha spiegato all’AFP come si tratti di “un mercato agricolo normale: la gente viene qui per parlare con i produttori e assicurarsi che la cannabis non sia stata contaminata da muffe e sia stata coltivata senza l’utilizzo di pesticidi”.

Redazione Cannabisterapeutica.info

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: