Veronesi: “Cannabis ottima medicina, giusto coltivarla”

09/09/2014 14:46

Umberto VeronesiE’ “giustissimo usare e coltivare” la marijuana a scopo terapeutico. E’ l’opinione di Umberto Veronesi, medico che attualmente ricopre la carica di direttore scientifico dell’Istituto europeo di oncologia, all’indomani della notizia che anche in Italia sarà coltivata la cannabis a scopi terapeutici.

“La marijuana – ha affermato Veronesi a Cernobbio durante il workshop Ambrosetti – è un ottimo farmaco. Siccome è anche uno stupefacente, si ha sempre paura ad usarlo. Invece è ottimo contro il dolore, contro i malesseri, contro il vomito, ed è un sedativo. E’ la stessa cosa che è successa con la morfina, che per anni non sono riuscito a far avere a questi poveri diavoli che soffrivano. E’ giustissimo usarla e coltivarla. Io sono anche per la liberalizzazione, ma questo è un altro discorso”.

Intanto la conferma della produzione che sarà avviata allo stabilimento farmaceutico militare di Firenze è arrivata da Domenico Rossi, sottosegretario alla Difesa: “Siamo arrivati quasi alla conclusione“, ha detto intervenendo a Effetto Giorno su Radio 24. “Questo potrebbe significare l’avvio di qualcosa che non solo è un ulteriore assetto che le forze armate mettono a disposizione della società, ma soprattutto un assetto che può portare benefici sostanziali, anche in termini di costi, a coloro che debbono usufruire di queste medicine”. Per quanto riguarda i tempi Rossi ha spiegato che ci sia da entrambe le parti la volontà di portare a termine il progetto nel più breve tempo possibile.

Intanto Daniele Farina, primo firmatario della proposta di legge di Sel sulla regolamentazione della coltivazione domestica della cannabis, ha spiegato che: “Credo che questa possibilità possa essere a breve verificata anche con quelle regioni che si sono ufficialmente espresse per poter avviare coltivazioni di cannabis volte agli usi terapeutici. Ora la Camera approvi la modifica della legge sugli stupefacenti nel più breve tempo possibile consentendo l’uso terapeutico, quello ricreativo, ma soprattutto la possibilità per i malati di coltivarla per uso personale“.

Redazione Cannabisterapeutica.info

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: