Le nuove frontiere della cannabis: allergie oculari e igiene orale

12/03/2015 12:02

InMed-Pharmaceuticals(logo)L’azienda InMed Pharmaceuticals Inc. ha annunciato una collaborazione esclusiva con l’Università di Debrecen, in Ungheria, per sviluppare terapie a base di fitocannabinoidi (i cannabinoidi di origine vegetale) per trattare i sintomi allergici oculari.

La collaborazione si baserà sulla piattaforma Intelligent Cannabinoid Drug Design Platform (IDP), di proprietà dell’azienda e sarà guidato da uno dei più importanti ricercatori sui cannabinoidi a livello mondiale, il dottor Tamas Biro, che ha una vasta esperienza di ricerca nello studio del sistema endocannabinoide. Il progetto prevede l’identificazione di sostanze fitochimiche (cannabinoidi e non-cannabinoidi) per le terapie oculari incentrati sulla riduzione di varie citochine infiammatorie in vitro e in vivo. “Abbiamo accumulato una significativa esperienza e competenza nello sviluppo di cannabinoidi nel trattamento delle malattie oculari, che costituisce la base di questa collaborazione strategica”, ha detto il dottor Sazzad Hossain, direttore scientifico di InMed. “Mentre ci prepariamo ad avviare la fase 1 degli studi clinici basati sul farmaco a base di un fitocannabinoide per il glaucoma chiamato CTI-085, ci auguriamo di poter ampliare le nostre terapie oftalmiche attraverso lo sviluppo di farmaci oculari anti-allergici, grazie alla preziosa esperienza del dottor Biro”.

Axim Biotech 1Completamente diverso invece il progetto della AXIM Biotechnologies, una società di biotecnologia specializzata nella ricerca dei cannabinoidi con sede in Olanda e New York. L’azienda ha da poco presentato una linea di prodotti per l’igiene orale a base di cannabigerolo (CBG) composta da dentifricio, pasta per denti e collutorio (nella foto a sinistra). Sono i primi prodotti sul mercato contenenti CBG, che Anastassov descrive come “il pioniere dei cannabinoidi”, dal quale si sviluppano THC e CBD. I prodotti sono destinati all’uso quotidiano. L’azienda sta inoltre lanciando una linea di cosmetici, con borotalco, creme idratanti, lozioni, balsamo per labbra, shampoo, balsamo e prodotti per la cura del corpo. “Contengono CBG, cannabigerolo, e non c’è un altro prodotto sul mercato che contiene questo cannabinoide”, ha detto Anastassov.

L’azienda ha recentemente scelto la città costiera di Almere, nei Paesi Bassi per la sua futura sede di produzione. Il nuovo impianto sarà in grado di produrre più di 25mila prodotti concentrandosi sulle innovazioni in materia di salute e per l’ambiente. Per il prossimo futuro la AXIM si concentrerà sulla ricerca di soluzioni per le condizioni per le quali non esiste attualmente alcun trattamento efficace. “La linea successiva che abbiamo in programma di lanciare è quella di prodotti oftalmologici,”, ha detto Anastassov. “Il glaucoma ha reso cieche circa 200mila persone negli Stati Uniti, e negli ultimi 20 anni non c’è stato nulla di nuovo. E’ ben noto che il CBG sia un ottimo riduttore dell’alta pressione oculare, quindi stiamo lavorando su soluzioni per questa condizione”. Oltre ai trattamenti per il glaucoma, la AXIM ha numerosi altri prodotti in cantiere, secondo Anastassov. “Siamo qui per restare”, ha spiegato. “E abbiamo molti prodotti che potranno diventare di largo consumo”.
Redazione Cannabisterapeutica.info

 

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: