Cannabis terapeutica: “Farmacisti in prima linea in questa battaglia di civiltà”

23/09/2015 16:35

cannabis farmacia“Favorire l’accesso ai farmaci più appropriati per il trattamento del dolore e dei sintomi di alcune patologie gravi come la sclerosi multipla, sia semplificando le procedure di dispensazione e di approvvigionamento delle sostanze stupefacenti per uso terapeutico, sia partecipando alla battaglia culturale e di civiltà perché anche in Italia si affermasse un orientamento moderno in questo importante capitolo della tutela della salute, è stato ed è un impegno che per i farmacisti continua sul campo, nella dispensazione quotidiana e nella preparazione galenica dei farmaci a base di cannabinoidi”. E’ quanto sostiene in una nota il senatore dei Conservatori e Riformisti, Luigi d’Ambrosio Lettieri, presidente dell’Ordine interprovinciale dei Farmacisti di Bari e Bat che, con la Fondazione Ruggieri ha organizzato il convegno “Cannabis, uso terapeutico, norme e preparazioni galeniche”, tenutosi ad Andria nei giorni scorsi.

Un bel segnale che conferma la tendenza di molte farmacie galeniche che spesso sul territorio sono l’unico posto in cui un paziente può trovare le informazioni che cerca e soprattutto il farmaco di cui ha bisogno, anche se a prezzi molto elevati.

In questo percorso si inserisce anche la possibilità, a partire dal ottobre 2015, di acquistare nelle farmacie galeniche una nuova qualità di cannabis prodotta dalla GW Pharmaceuticals: si chiama Bedrolite e contiene meno dll’1% di THC e il 9% di CBD. Una cannabis di questo tipo, praticamente priva di effetti psicotropi, potrebbe essere utilizzata nei pazienti particolarmente sensibili al THC o nel trattamento dei bambini, cosa che in America sta già prendendo piede dopo le molte storie di bambini con serie patologie che causavano loro centinaia di convulsioni, come la sindrome di Tourette, sono tornati ad avere una vita quasi normale.

Come ricorda una nota di farmagalenica.it le farmacie con questo tipo di cannabis, così come fanno già con gli altri attualmente disponibili, potranno fornire infiorescenze essiccate, estrazioni in olio d’oliva o resine FECO (Full Extract Cannabis Oil) ad altissimo tenore in CBD. Attualmente in internet si trova una vasta gamma di oli ricchi di CBD, anche se, come denunciato dalla FDA americana, molti dei prodotti analizzati non contenevano alcun principio attivo.

Redazione cannabisterapeutica.info

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: