Panoramica CBD nel web: un aggiornamento su aziende e prodotti

23/11/2015 10:04

CBDAggiorniamo la nostra ricerca sui preparati CBD oggi disponibili sul web a quasi un anno di distanza dalla nostra prima panoramica. L’offerta in USA e Canada è ormai vastissima, con estratti puri o complessi, a diverse concentrazioni e modalità di assunzione. Alcuni preparati combinano cannabidiolo insieme ad altri componenti della cannabis o di altre piante con proprietà medicinali. Se l’estrazione di CBD è avvenuta con oli alimentari, come l’olio di semi della stessa canapa, il fitocomplesso contiene naturalmente altri componenti benefici, come acidi grassi, flavonoidi e vitamine.

La maggior parte dei produttori statunitensi consegna solo in territorio nazionale. È quindi una scelta quasi obbligata rivolgersi a produttori europei, che offrono una gamma di prodotti più limitata. Non affrontiamo qui le delicate questioni normative e ci limitiamo a osservare l’offerta internazionale di prodotti cannabinoidi privi di THC. Gran parte della materia prima utilizzata dai produttori europei e americani di CBD proviene da coltivazioni europee sufficientemente affidabili. In USA i prodotti vengono offerti direttamente dai produttori o su portali specializzati in cannabis terapeutica e nutrizionale, come CBD Store oppure Buy CBD Oil. L’aggregatore CBD Oil Review mette a confronto numerosi prodotti con relativi contenuti in CBD e costi.

Endoca è un’azienda nota, con un’offerta di olio, concentrati in paste, capsule e supposte, da 3 al 30% CBD con o senza CBDa (acido cannabidiolico). CW Botanicals, fondata dai fratelli Stanley che selezionarono la famosa varietà Charlotte’s web, offre una ristretta gamma di prodotti di qualità. Gli aromi aggiunti agli estratti servono anche ad agevolare la somministrazione nei trattamenti pediatrici, mentre la nuova penna per applicazione cutanea a rapida assimilazione ha un vasto potenziale applicativo.

Cannavest è un marchio di CBD ed estrazioni vegetali che sta insediando in Germania la filiale europea, CannaVest Europe. Entro breve comincerà la distribuzione all’ingrosso e al dettaglio degli stessi Spray, capsule, balsami al CBD venduti oltreoceano. Per ciascuno di essi viene pubblicata l’etichetta degli ingredienti approvata dalla FDA. I concentrati Green e Gold contengono anche CBC e CBG (cannabicromene e cannabigerolo).

Altro produttore affidabile è HempMeds, con la nota tintura Cibdex al naturale o aromatizzata, e con prodotti per il corpo. Sul sito vengono proposti anche estratti CBD  prodotti da altre aziende, come Dixie Botanicals con tinture, capsule e balsami, e Real Scientific con paste al tenore dal 10 al 24% di CBD.

Prosegue la corsa alla tecnologia più avanzata, reale o apparente. Molte aziende come Dose of Nature propongono estratti purissimi realizzati con sistemi a nanotecnologie che incapsulano i principi attivi in microscopici grappoli acquosi rapidamente assorbiti dalle membrane cellulari. Su questa linea anche Bluebird Botanicals, con oli differenti per profilo di principi attivi e microcomponenti, oltre che per concentrazione del CBD.

BioCBD differenzia i suoi estratti in olio e capsule per favorire la digestione, placare dolori a muscoli e articolazioni, oltre ai gel a rapido assorbimento e a prodotti CBD per animali domestici. Le formulazioni si differenziano per i componenti utilizzati insieme al cannabidiolo: erbe dalla medicina ayurvedica, curcumina, mango per un più rapido assorbimento del cannabinoide. Conclude la nostra parziale ricerca oltreoceano Elixinol, con capsule, tinture, concentrato al 18 % in siringhe uso orale. Non dimentichiamo Project CBD come punto di riferimento indipendente per le informazioni sul cannabidiolo.

Tutte le aziende menzionate si rivolgono sia al pubblico, sia a distributori e dettaglianti. Alcuni anche a laboratori di produzione, come CBD PUR, con sede in USA, UK e Giamaica. L’azienda fornisce CBD certificato in confezioni pronte per la vendita oppure “bulk” in grandi quantità per ulteriori lavorazioni e confezionamenti. Prezzi ben chiari: 10 grammi di CBD a 1.600 dollari, 1 Kilo a 65.000 dollari, oppure 85.000 per la nuova soluzione idrosolubile.

Il produttore maggiormente presente nell’offerta online europea è Cibdol. L’azienda dovrebbe essere in grado di garantire purezza, assenza di contaminanti e provenienza delle materie prime. Le informazioni sui  cannabinoidi e le  modalità di contatto con l’azienda sono minime. È disponibile un solo tipo di estratto, in diversi flaconi venduti al dettaglio e all’ingrosso.

In Europa segue Golyoli CBD oil, con base ad Amsterdam. Questo produttore è sul mercato da tempo con una buona scelta di prodotti: due tinture, balsamo, concentrato in pasta grezzo al 20% e decarbossilato al 7%. Sul sito sono presenti testimonianze di casi clinici e alcune informazioni per i pazienti. Contenuti per ora solo in inglese e olandese.

Con base in Inghilterra c’è LoveCBD, un distributore che vende in Europa prodotti propri e di Endoca: tinture a diverse concentrazioni, balsamo e paste al 10% di CBD. Contenuti testati in laboratorio e pubblicati. Altro produttore e distributore inglese con una buona gamma di prodotti è CBD Oils UK che vende CBD in cristalli, tinture, balsami, oltre a paste con tenori dal 20 al 40%. Infine CBD Cure con olio 4%, spray 1,6%, pasta 17%. Il balsamo per massaggi contiene 300 mg di CBD.

Nella Svizzera di lingua italiana troviamo Purexis con sede a Lugano, della quale abbiamo parlato in questo articolo, mentre nel cantone francofono c’è Isodiol, con sede a Neuchatel. A Zurigo si trova Cannaxtract che produce sigarette elettroniche e relativi liquidi a base CBD in diversi aromi e concentrazioni, oltre a olio dal 7 al 20% e a una cera al 30%. Infine a Lucerna si trova Satipharm, già menzionata in questo precedente articolo, che al momento propone capsule per ingestione nella versione 10 o 100 mg. Anche la seed bank Royal Queen propone il suo olio CBD, mentre il noto marchio della distribuzione Zamnesia ha dedicato una pagina alle offerte di alcuni produttori.

In un quadro normativo ancora poco chiaro le aziende più serie stanno oggi seguendo protocolli standard di produzione e verifica della qualità dei prodotti. Resta complicato comprendere le differenze nella vasta offerta di mercato e individuare dei prodotti più adatti alle proprie necessità al prezzo più conveniente. È poi importante capire i dosaggi e le modalità di somministrazione più adatti a ciascuna condizione personale. Questo può avvenire per tentativi nel caso di patologie non gravi. Per gli altri casi è necessario il supporto di personale medico.

In poco tempo l’offerta si è ampliata notevolmente. Se l’efficacia del CBD continuerà ad essere dimostrata su larga scala, consumatori e pazienti non dovrebbero tardare ad ottenere condizioni economiche più favorevoli da aziende e sistemi sanitari locali. In un prossimo articolo guarderemo il CBD dal punto di vista dei farmacisti galenici, degli erboristi e dei produttori italiani.

Stefano Mariani

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: