Cannabiscienza: la formazione online sulla cannabis per i professionisti della salute

20/11/2018 10:49


La prima piattaforma italiana completamente dedicata alla formazione e alla divulgazione scientifica sulla cannabis in medicina e il sistema endocannabinoide, è finalmente online.

Parliamo di Cannabiscienza, progetto ideato per colmare il gap culturale che oggi medici, ricercatori, infermieri e professionisti della salute si trovano ad affrontare con la diffusione della cannabis e dei suoi derivati per l’utilizzo medico.

Accanto alla difficoltà di reperire cannabis nelle farmacie infatti, la più grande problematica che affligge i pazienti italiani è quella di trovare medici che abbiano delle solide conoscenze scientifiche riguardo alla cannabis ed al funzionamento del sistema endocannabinoide, per poter in questo modo prescrivere le diverse preparazioni con le differenti genetiche di cannabis ad oggi disponibili sul mercato, per le patologie per cui può essere utile.

“La piattaforma, costruita da un team di ricercatrici e ricercatori, è destinata ai professionisti, ma non vuole essere esclusiva“, spiega la dottoressa Viola Brugnatelli, neuroscienziata e direttrice del comitato scientifico di Cannabiscienza. “Abbiamo infatti incluso quattro Vademecum per tutti coloro che cercano informazioni affidabili su questo argomento e che hanno bisogno di iniziare a conoscerne le basi”.

“Dopo anni di fake news, sensazionalismi giornalistici e utilizzi impropri delle conoscenze scientifiche su temi della Cannabis Medica”, continua a spiegare la dottoressa, “ecco un luogo – sempre accessibile, poiché online – dove la veridicità scientifica è il fulcro. Non ci siamo limitati a questo però. La vera fruizione digitale passa attraverso l’estetica: la capacità espressiva delle immagini e dei contenuti video di conciliarsi con gli avanzamenti scientifici di cui ci facciamo portavoce. Per questo motivo sono nati i corsi di Cannabiscienza: veri e propri Bootcamp intensivi di formazione, molto ben separati per aree di applicazione pratica”.

Oltre che dalla dottoressa Viola Brugnatelli, neuroscienziata specializzata nei circuiti dei cannabinoidi, il team è composto da diversi professionisti del settore: il dottor Livio Luongo, ricercatore e docente in Farmacologia, Neurofarmacologia e Tossicologia presso l’Università degli Studi della Campania, la dottoressa Federica Pollastro, ricercatrice e docente di Piante Medicinali, Fitochimica e Laboratorio di preparazioni Erboristiche presso il Dipartimento di Scienze del Farmaco di Novara, il dottor Lorenzo Calvi, medico chirurgo, specialista in Anestesia, Rianimazione e Terapia del Dolore, ricercatore in etnofarmacologia presso l’Università di Milano, il dottor Luigi Romano, biologo in Fitoterapia e Direttore Scientifico di Project C21, il dottor Arno Hazekamp, biochimico, ricercatore sulla cannabis medicinale e consulente alla Hazekamp Herbal Consulting BV, il dottor Massimiliano D’Imperio, Ricercatore in Biologia della Nutrizione presso il Centro Nazionale di Ricerca in Italia, Istituto di Scienze della Produzione del Cibo di Bari, il dottor Marco Ternelli, farmacista galenista e docente in Preparazioni Galeniche di Cannabis e infine Giorgio Faggiana, biologo presso lo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze.

L’offerta formativa comprende diversi corsi: uno di primo livello sulla cannabis medica, un corso sul sistema endocannabinoide e il terzo corso dedicato alla cannabis medica per farmacia e industria. Poi c’è il master in cannabis medica e preparazioni farmaceutiche che permette di risparmiare acquistando tutti e tre corsi in una volta sola.

Insomma, è finito il tempo delle fake news sulla cannabis: è iniziata l’era di Cannabiscienza e da oggi, fino al 18 dicembre, potrete prenotare l’iscrizione ai corsi con uno sconto di 50€ sul prezzo totale da questo link.

Redazione di cannabisterapetuica.info

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: