Jazz Pharmaceuticals acquisisce la GW per 7 miliardi: è la svolta per la medicina a base di cannabis?

Marzo 9 2021 | Aziende e prodotti

Pubblichiamo qui sotto il commento di Nawan Butt, Portfolio Manager di Purpose Investments, società emittente di The Medical Cannabis and Wellness UCITS ETF, sull’acquisizione di GW Pharmaceuticals da parte di Jazz Pharmaceuticals, la più grande nelle storia del settore. 

Il potenziale di crescita dell’industria della cannabis sta diventando più chiaro, in parte a causa della recente ondata di cambiamenti emersi con le elezioni americane. Il settore è ancora in una fase iniziale di sviluppo prima di diventare una categoria di consumi e salute più ampia ma stiamo assistendo alla convalida di questo cambiamento man mano che gli operatori si consolidano in previsione di prossime riforme. Dove l’attenzione iniziale era stata sulla diffusione terapeutica negli Stati Uniti, con l’annuncio dell’acquisizione di GW Pharmaceuticals da parte di Jazz Pharmaceuticals l’attenzione potrebbe rapidamente spostarsi sui prodotti farmaceutici derivati dalla cannabis.

GW Pharmaceuticals PLC è una società con sede nel Regno Unito che ha fatto la storia con l’approvazione del primo farmaco derivato dalla cannabis da parte della FDA. Epidiolex ha cambiato la vita di molti che vivono con l’epilessia e l’azienda sta lavorando anche su altre aree. Quando GW Pharma è nata, la maggior parte delle grandi aziende farmaceutiche erano titubanti a lavorare con questa pianta, ignorando secoli di evidenze scientifiche che mostravano benefici sulla salute.
Col tempo e il cambiamento degli atteggiamenti, sempre più aziende stanno entrando nel settore. Quello di oggi potrebbe essere un punto di svolta in quanto un’azienda farmaceutica più tradizionale, Jazz Pharmaceuticals, ha accettato di acquistare GW Pharma per oltre 7 miliardi di dollari. Riteniamo che questo non sarà l’ultimo accordo che vedremo nel settore.

GW Pharma è leader globale nello sviluppo e nella commercializzazione di farmaci derivati dalla cannabis e ha ottenuto l’approvazione normativa in varie giurisdizioni in Europa e Nord America. La sua gamma prodotti, di derivazione diretta dalla pianta di cannabis, è rivolta a numerose malattie tra cui il trattamento delle convulsioni associate alla sindrome di Lennox-Gastaut (LGS), alla sindrome di Dravet e alla sclerosi tuberosa (TSC), tutte malattie rare caratterizzate da grave epilessia ad esordio precoce. Oltre ai risultati a livello normativo, GW Pharma ha una profonda pipeline di prodotti derivati dalla cannabis e competenze di produzione altamente specializzate oltre che più di due decenni di esperienza scientifica sui cannabinoidi. I primi due prodotti dell’azienda sono cresciuti rapidamente, raggiungendo circa 510 milioni di dollari di vendite annuali entro due anni dal lancio.

L’acquisizione convalida un settore emergente e ci aspettiamo che altre importanti aziende farmaceutiche siano ora stimolate ad esplorare il campo della scienza dei cannabinoidi. Le grandi aziende farmaceutiche sono rimaste a lungo a guardare mentre giovani imprese indipendenti sostenevano il peso degli studi iniziali sui cannabinoidi. Le pipeline di prodotti che sono ormai state sviluppate, insieme a questa transizione, potrebbero portare ad una corsa da parte delle big Pharma per accaparrarsi proprietà intellettuale e condurre a una nuova valutazione delle aziende di prodotti farmaceutici derivati dalla cannabis.

The Medical Cannabis and Wellness UCITS ETF è il primo ETF europeo dedicato ai prodotti derivati dalla cannabis. Il fondo è presente sulle Borse di Londra e Francoforte. Ci aspettiamo che gli eventi di oggi convoglino l’attenzione su altre aziende che lavorano nel settore e sui campi di ricerca in cui sono impegnate.

Nawan Butt – Portfolio Manager di Purpose Investments