La cannabis può proteggere il cervello dallo stress

30/10/2013 16:34

cannabis cervelloLa cannabis può ridurre l’impatto dei disturbi al cervello legati allo stress. Lo hanno dimostrato i ricercatori del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Haifa, guidati dal dottor Irit Akirav.

Due dei loro studi effettuati sui topi da laboratorio sono stati recentemente pubblicati sulla rivista Neuropsychopharmacology. La premessa delle ricerche è che lo stress, soprattutto per chi ne soffre in forma cronica, può arrivare a compromettere la memoria e la capacità d’apprendimento.

Nel primo studio i ricercatori hanno somministrato quotidianamente, ad una parte dei ratti affetti da stress cronico analizzati, un cannabinoide sintetico chiamato WIN55,212-2. Questo trattamento è stato in grado di ridurre l’impatto negativo dello stress sulla memoria a breve termine, e di potenziare quella a lungo termine, definita dagli autori come “un importante meccanismo di apprendimento e la memoria del cervello”.

Nel secondo studio, pubblicato la scorsa settimana, il trattamento coi cannabinoidi si è rivelato efficace nell’invertire danni da depressione da stress. Utilizzando lo stesso cannabinoide sintetico i ricercatori hanno osservato una riduzione del deficit di memoria così come la diminuzione di vari sintomi della depressione (inclusi cambiamenti comportamentali e di peso) sempre in un modello murino affetto da stress cronico.

Non è la prima volta che una sostanza derivata dalla cannabis si rivela efficace come neuroprottetore. Riguardo a questi studi, in entrambi i test si sono rivelati importanti i recettori CB1 e, anche se sono necessarie ulteriori ricerche, il dottor Akirav ei suoi colleghi concludono che l’attività dei cannabinoidi potrebbe essere un “nuovo approccio per il trattamento dei deficit cognitivi che accompagnano depressione da stress e altri disturbi neuropsichiatrici legati ad ansia e stress”.

Fonte: Leafscience.com

Redazione Cannabisterapeutica.info

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: