San Marino ha legalizzato la cannabis medica mentre la Grecia inizia a produrla

Giugno 1 2021 | Legislazione ed economia

San Marino ha annunciato la legalizzazione della cannabis medica mentre la Grecia, che l’aveva già resa legale, ha cambiato la legge per permettere che venga prodotta e commercializzata all’interno del Paese.

Cannabis medica a San Marino: per l’Italia è un business mancato

Se la produzione italiana di cannabis medica inaugurata nel 2015 (secondi in Europa dopo l’Olanda) procedesse a ritmi spediti, questa sarebbe stata un’ottima occasione di business strategico per l’intero sistema Paese. Invece i livelli produttivi si mantengono incredibilmente bassi (circa 150 chilogrammi l’anno a fronte di un fabbisogno per il 2021 previsto in circa 3 tonnellate), con la Germania che nel frattempo è diventata il più grande mercato per la cannabis medica in Europa e punta a produrre 10 tonnellate di cannabis l’anno entro i prossimi 3 anni.

E quindi, ciò che succede nella pratica, è che, nonostante San Marino non abbia ancora iniziato a produrre, potremmo essere noi a rifornirci da loro, e non il contrario. “È un’occasione importante sia dal punto di vista economico che sanitario per San Marino. Infatti, dal momento in cui abbiamo ipotizzato di diventare un produttore di medicinali cannabinoidi, abbiamo avuto una buona reazione dallo stato italiano. In Italia la domanda è superiore all’offerta e il paese non è nelle condizioni di produrre la necessaria quantità, pertanto vede di buon occhio una collaborazione”, ha infatti dichiarato il Segretario di Stato alla Salute, Roberto Ciavatta, spiegando di aver già avviato un’interlocuzione con il Ministero della Salute Italiano, la Direzione dell’Ufficio Centrale Stupefacenti e lo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze.

Il disegno di legge di San Marino dovrebbe essere approvato entro giugno, con la possibilità per le strutture private di prendere parte alla produzione, mentre la commercializzazione avverrà attraverso le farmacie dello Stato.

La Grecia inaugura produzione e commercializzazione di cannabis medica

E anche la Grecia ha rotto gli indugi e si prepara a produrre e commercializzare cannabis. Il Parlamento greco ha votato, con 158 voti a favore e 33 contrari, un disegno di legge per legalizzare la coltivazione e la vendita di cannabis terapeutica.

Il voto arriva a quasi quattro anni di distanza dalla decisione dei ministri della salute e della giustizia, di rendere legale l’uso della cannabis in medicina, anche se quella riforma non includeva la coltivazione o la vendita. Il viceministro dello sviluppo e degli investimenti, Nikos Papasthanasis, ha sottolineato che questo disegno di legge consentirebbe di vedere i risultati molto rapidamente, poiché aiuta ad accelerare il processo di acquisizione delle licenze per la produzione di marijuana medica in Grecia.

Redazione di Cannabisterapeutica.info