La cannabis può ridurre i danni cerebrali provocati dall’alcool

13/09/2013 17:13

imagesTroppo alcool può portare a danni permanenti al cervello, ma un nuovo studio suggerisce che la marijuana può essere in grado di impedirlo. Nella ricerca pubblicata nei giorni scorsi sulla rivista Pharmacology Biochemistry and Behavior, gli scienziati della University of Kentucky e dell’Università del Maryland hanno concluso che il cannabidiolo (CBD), sostanza contenuta nella cannabis, potrebbe essere utilizzato per scongiurare danni cerebrali indotti dall’alcool.

Sperano che i risultati li avvicinino a sviluppare un trattamento preventivo per i pazienti che soffrono di alcolismo . “Questi risultati giustificano ulteriori studi pre-clinici di CBD transdermico per il trattamento della neurodegenerazione indotta da alcool. Gli effetti neuroprotettivi del CBD osservati durante la neurodegenerazione indotta dall’alcool, sono dovuti alla sua elevata capacità antiossidante“, hanno scritto i ricercatori.

Gli autori notano anche che CBD è un antiossidante più potente di molti altri antiossidanti ben noti in ambito medico, compresa la vitamina E. Nel nuovo studio, i ricercatori hanno testato il trattamento CBD su modelli di ratto utilizzando sia un cerotto cutaneo (transdermico), sia regolari iniezioni (intraperitoneali). Entrambi i metodi hanno prodotto “analoghe grandezze di neuroprotezione”, circa il 50 per cento in più, secondo la loro analisi. Anche se devono essere fatti ulteriori studi prima di iniziare la sperimentazione umana, i ricercatori affermano che nei trattamenti per l’alcolismo nessuno ha ancora come obbiettivo il contrasto degli effetti neurodegenerativi dell’alcool.

Fonte: Truthonpot.com

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: