Uno studio clinico per valutare le proprietà anticancro dei cannabinoidi

La società israeliana Cannabics, che si occupa di medicina personalizzata e terapie contro il cancro, ha annunciato che inizierà a breve uno studio clinico per valutare le potenzialità antitumorali dei cannabinoidi tramite l’analisi delle biopsie dei pazienti. Gli effetti apoptotici/citotossici di una moltitudine di estratti di cannabinoidi saranno poi valutati attraverso la piattaforma di screening dell’azienda.

Il dottor Eyal Ballan, CTO e co-fondatore di Cannabics, ha dichiarato: “Riteniamo che questo sia un passo da gigante per la ricerca sulla biologia del cancro e dei cannabinoidi. Lo screening delle proprietà antitumorali dei cannabinoidi sulle linee cellulari cancerogene produce dati sui gruppi di pazienti, mentre i campioni di biopsia ci forniscono approfondimenti a livello individuale e possono meglio prevedere il risultato clinico e migliorare il nostro sviluppo preclinico di composti antitumorali”.

Cannabics sarà in grado di ottenere, previo il consenso dei pazienti, una biopsia e un campione di sangue ed eseguire i test di sensibilità e resistenza a cannabinoidi e terapie tradizionali.

Questo protocollo fa parte della missione in corso di Cannabics di commercializzare i suoi prodotti personalizzati e applicare la sua tecnologia ai cannabinoidi e alla chemioterapia, che a sua volta fornirà ai medici e ai loro pazienti dati di supporto per decisioni più informate.

“Questo studio è un continuum del nostro studio in-vitro alla ricerca di effetti apoptotici dei cannabinoidi in modo personalizzato. Crediamo che sia la prima volta che i cannabinoidi sono essere testati su biopsie “fresche” e il nostro obiettivo è quello di incorporare nello studio diversi coltivatori di cannabis, a livello locale e globale, e investire ulteriormente nella mappatura del loro repertorio di cannabinoidi al fine di fornire trattamenti personalizzati su misura per i pazienti oncologici”.

Redazione di cannabisterapeutica.info

Commenti su FB

commenti su facebook