La cannabis in medicina e la sua storia incredibile

Un libro che lega indissolubilmente due storie che si intrecciano: quella di Matteo Gracis, fondatore di Dolce Vita e quella della canapa, che ha cambiato la sua vita e quella di molte altre persone. “Canapa, una storia incredibile”, questo il titolo del volume dato alle stampe da Chinaski, mette il punto su come il proibizionismo abbia messo in cattiva luce un vegetale che è innanzitutto una risorsa, come viene raccontato.

E un capitolo, “Lei cura”, viene dedicato proprio alle virtù terapeutiche della cannabis, con il racconto della storia e dei suoi utilizzi, di moderni studi scientifici e storie di pazienti. “Ritengo che la questione della cannabis terapeutica sia l’emergenza numero uno in Italia”, racconta Matteo a cannabistetapeutica.info, sottolineando che, “prima degli utilizzi ricreativi e di quelli industriali viene il fatto di dare la possibilità ai malati di curarsi con questa pianta, cosa che ancora oggi in Italia avviene con fatica”.

I riferimento alla cannabis in medicina sono sparsi per il libro e non solo contenuti in quel capitolo. Inoltre, in aggiunta alle esperienze e dati personali, ci sono i dati raccolti in 15 anni di attività editoriale di Dolce Vita.

“Una delle presentazioni più belle fino ad ora l’ha fatta a Siracusa, dai ragazzi di Cannabis Cura Sicilia, una realtà eccezionale che ho avuto la possibilità di conoscere di recente: è un gruppo compatto e combattivo in una zona difficile”.

Intanto il libro, a distanza di dieci giorni dall’uscita ufficiale è già in ristampa, a riprova del grande interesse che circonda questa pianta. Sta ottenendo ottime recensioni sia sui portali che sui social network, “con una risposta oltre le aspettative”, racconta Matteo.

Intanto continua il tour di presentazioni in giro per l’Italia, aggiornate sul sito www.unastoriaincredibile.it.

Redazione di cannabisterapeutica.info

Commenti su FB

commenti su facebook