Come dobbiamo conservare i farmaci a base di cannabis?

Settembre 15 2021 | L'esperto risponde

Continua la nostra collaborazione con Clinn, poliambulatorio di Milano, che effettua anche il servizio di telemedicina, con diversi specialisti specializzati in cannabis, che rispondono alle numerose domande dei pazienti. 

Gli oli a base di cannabis una volta aperti vanno conservati ad una temperatura inferiore ai 20°C, lontani da fonti di luce e calore (come un qualsiasi olio). D’estate si consiglia di riporli in frigo, nel ripiano laterale per la precisione. Nel caso in cui debbano essere spostati (da casa a lavoro, o per le vacanze) è sempre bene trasportarli in una borsa frigo.

Questi accorgimenti ne preservano l’efficacia per lungo tempo, anche mesi, restando utilizzabili anche per molto tempo dopo la scadenza riportata (30gg).

Nel caso in cui ci sia una modifica di terapia o un qualsiasi altro motivo per cui un botticino non venga utilizzato, si può riporre in freezer e riutilizzare in un secondo momento.

Per quanto riguarda cartine e capsule, ci sono meno accorgimenti, valgono le attenzioni che si pongono in generale verso i farmaci.

Dottoressa Valentina Florean – Referente per il monitoraggio clinico di Clinn

PER APPROFONDIRE:

Clicca QUI per tutti gli alti articoli della sezione “L’esperto risponde”.

Come conservare i preparati di cannabis: i consigli del dottor Mantovani