Fumare Cannabis moderatamente non causa cancro al polmone

05/07/2013 17:38

Tashkin HeadshotEssendo la Cannabis sempre più accettata negli Stati Uniti, un professore ha voluto riesaminare la domanda che chiede se il fumare marijuana possa causare tumori polmonari. Nel numero di giugno di Annals of Thoracic Surgery, Donald P. Tashkin (nella foto), medico e professore emerito di medicina presso la David Geffen School of Medicine dell’UCLA, dice che un uso moderato di marijuana non causa un aumento del rischio di cancro al polmone.

“I risultati di un limitato numero di studi epidemiologici ben delineati non suggeriscono un aumento del rischio per lo sviluppo di cancro per entrambi i polmoni o alle vie aeree superiori alla luce di un uso moderato, anche se il discorso può non valere su un utilizzo pesante e a lungo termine, sul quale non abbiamo ancora dati a sufficienza” scrive Tashkin nel suo articolo.

La marijuana, tuttavia, “può causare lesioni visibili e microscopica di grandi vie aeree che è costantemente associato ad un aumentato rischio di sintomi di bronchite cronica che regrediscono dopo la cessazione dell’uso”, secondo Tashkin.

Ma anche l’uso pesante di marijuana causa “rischi di complicazioni polmonari molto più basse” rispetto alle conseguenze del consumo di tabacco, sempre secondo il dottore.

L’anno scorso, una coppia di scienziati del California Pacific Medical Center di San Francisco ha scoperto che un composto derivato dalla marijuana potrebbe fermare le metastasi in molti tipi di tumori aggressivi. All’inizio di quest’anno, i ricercatori di Kaiser Permanente hanno scoperto che le persone che fumano la marijuana può essere meno probabilità di ammalarsi di cancro alla vescica rispetto a quelli che fumano sigarette.

Fonte: Laweekly.com

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: