Un dottorato ad honorem per lo scopritore del THC e padre della ricerca sui cannabinoidi

09/12/2013 15:00

Raphael Mechoulam2Si chiama Raphael Mechoulam ed è l’83enne scienziato israeliano nato a Sofia nel 1930 che ha scoperto il THC quasi 50 anni fa. Ha già un dottorato, ma ne ha ricevuto uno ad honorem dalla commissione della Ben-Gurion University per gli alti meriti nella ricerca scientifica sui cannabinoidi durante tutta la sua carriera.

“Nel profondo apprezzamento di un eminente scienziato  – hanno spiegato durante il conferimento del dottorato – che studia la chimica dei materiali di origine vegetale e le loro funzioni medicinali, uno scopritore del principio attivo nella pianta di cannabis, il tetraidrocannabinolo, e cannabinoidi endogeni nel cervello umano, la cui ricerca innovativa ha stabilito la fondazione per la ricerca dei cannabinoidi a livello globale; In riconoscimento di un ricercatore poliedrico il cui lavoro comprende sia ricerca di base, sia applicata, e spazia dall’analisi chimica dei prodotti naturali per i loro effetti psico-fisiologici sul corpo umano, alla scoperta dei recettori e dei materiali nel cervello umano per lo sviluppo di terapie per le malattie croniche e l’alleviamento della sofferenza…”

Come racconta O’Shaughnessy’s online, il regista israeliano Zach Klein registrato l’evento per inserirlo in un documentario sul dottor Mechoulam sul quale sta lavorando e che sarà chiamato “The Scientist“.

Il dottor Mechoulam è ampiamente riconosciuto come il padre della ricerca cannabinoidi e ha ricevuto molti premi prestigiosi per il suo lavoro, come preso atto dalla commissione, tra i quali il Premio Israeliano per la Chimica.

Dopo aver sintetizzato per primo il THC nel 1964 , il dottore ha dedicato il resto della sua carriera allo studio della cannabis e dei suoi vari usi medici.

Raphael Mechoulam

Nel 1982 è diventata celebre una sua tesi che dice che se la marijuana fosse legale, sostituirebbe immediatamente il 10-20% di tutti i medicinali farmaceutici. Il laboratorio del dottor Mechoulam è stato protagonista di un’altra scoperta storica nel 1992, quando uno dei suoi colleghi è diventato il primo a scoprire una sostanza chimica simile al THC presente nel cervello umano che si chiama anandamide .

Nonostante i tentativi arrivati da più parti per offuscare la sua ricerca, anche l’ US National Institute on Drug Abuse (NIDA), gli ha dato il suo riconoscimento, dando al dottore il premio Discovery nel 2011 per il suo “straordinario lavoro nelle neuroscienze”.

Oggi, il dottor Mechoulam continua a lavorare a favore della ricerca sulla marijuana in medicina in Israele, dove la cannabis a livello terapeutico è legale ma ancora molto dibattuta.

Redazione Cannabisterapeutica.info

Commenti su FB

commenti su facebook

Tags: