Sicilia: cannabis gratuita in tutta la Regione e mozione per aumentare le patologie

Ottobre 5 2021 | Legislazione ed economia

Sicilia e cannabis medica: la Regione fa un ulteriore passo in avanti e dà il via all’erogazione gratuita in tutte le Aziende Sanitarie Provinciali del territorio. 

Regione Sicilia e cannabis terapeutica: la mobilitazione del Comitato pazienti cannabis medica 

In seguito a una nota inviata dal Comitato pazienti cannabis medica per segnalare le Aziende Sanitarie Provinciali (ASP) che risultavano ancora inadempienti nel distribuire cannabis medica ai pazienti aventi diritto, la Regione Sicilia ha comunicato che “le Aziende Sanitarie oggetto della segnalazione, al fine di assicurare l’erogazione a carico del SSN di tale galenico, hanno adottato nei mesi precedenti apposite delibere con farmacie aperte al pubblico o, nelle more della stipula della convenzione, hanno autorizzato la fornitura dei preparati contenenti cannabinoidi in caso di prescrizioni conformi alla vigente normativa”.

A comunicarlo sul proprio sito Pazienticannabis.it è lo stesso Comitato pazienti cannabis medica, che ha presentato inoltre la mozione per l’ampliamento dell’erogazione gratuita per altri trattamenti e altre patologie oltre a quelli già previsti dal sistema sanitario regionale, come il trattamento del dolore cronico, per cui l’erogazione gratuita è prevista dal decreto dell’assessorato alla Salute del 17 gennaio 2020. In particolare, ora l’attenzione della mozione è rivolta all’epilessia.

“La Sicilia può proporsi come regione capofila per la stima dei fabbisogni di cannabis medica”, ha affermato Angela Foti, vicepresidente dell’Ars e deputata regionale di Attiva Sicilia. “È tempo di avviare tutte le interlocuzioni necessarie in sede di Conferenza Stato-Regioni per aggiornare l’elenco delle patologie per le quali è previsto l’impiego di cannabis ad uso medico e superare lo stallo mantenuto inspiegabilmente dallo Stato in termini di produzione di cannabis medica. Tale situazione è una vessazione nei confronti delle migliaia di ammalati a cui viene solo formalmente consentito di curarsi”.

La mozione per l’ampliamento dell’erogazione

La mozione risale all’agosto scorso, quando il Comitato pazienti cannabis medica si è rivolto all’assessore alla Salute Ruggero Razza per chiedere di estendere le indicazioni per l’erogazione gratuita dei preparati a base di cannabis terapeutica anche all’epilessia, farmacoresistente e non, una patologia per la quale a livello nazionale esistono già alcuni riscontri più che positivi, come quello raccontato in una recente intervista a Cannabisterapeutica.info da Felice Spaccavento, anestesista-rianimatore a capo dell’Unità di cure palliative dell’ASL di Bari.

La richiesta inviata alla Regione Sicilia è stata affiancata da una relazione tecnica realizzata dal referente scientifico del Comitato, il dottor Carlo Privitera. 

“L’epilessia è una tra le più frequenti patologie neurologiche”, si legge nella relazione. “Il 30%-40% dei pazienti di nuova diagnosi ha difficoltà nel controllo delle crisi. Di norma, se un paziente mostra due o più crisi è avviato al trattamento con Farmaci Antiepilettici (FAE). Nonostante la disponibilità di oltre 20 farmaci antiepilettici per il trattamento sintomatico delle crisi epilettiche, circa un terzo dei pazienti con epilessia ha crisi refrattarie alla farmacoterapia”. Secondo la relazione, infatti, l’epilessia interessa circa 1 persona su 10 e si stima che in Italia ne siano affette tra le 500mila e le 600mila persone, spesso bambini. In molti casi, le terapie a base di cannabis medica sono economicamente insostenibili, da qui la richiesta del Comitato.

La relazione si è in particolare espressa a favore del farmaco Epidyolex® (estratto al 99,8% di CBD di origine vegetale) e delle eventuali integrazioni di CBD puro (sintetico o di estrazione). Nella relazione presentatata il Comitato si chiede se il farmaco Epidiolex (a base di cannabis medica) ha ottenuto la mutuabilità per i pazienti affetti da sindrome di Lennox-Gastaut, perchè nn sia possibile estendere l’erogazione gratuita della cannabis medica a tutti i pazienti affetti da tutte le forme di epilessia.

La risposta della Regione Sicilia

Considerata la mancanza di normativa a livello nazionale, ma, al contempo, la validità in tutta l’Unione Europea del farmaco Epidyolex®, che è stato valutato favorevolmente in base al rapporto rischi e benefici ed è stato connotato dall’Agenzia Italiana del Farmaco come farmaco di Livello Essenziale di Assistenza (LEA), la Regione Sicilia ha affermato che “Epidyolex è stato inserito nel PTORS ed è quindi prescrivibile, a carico del SSN, nell’ambito delle condizione previste dall’AIFA su tutto il territorio regionale”. 

A questo si aggiunge un’ulteriore conferma che permette alla Regioni di compiere un nuovo passo in avanti: “il Dipartimento valuterà tempestivamente eventuali nuovi ambiti di utilizzo della Cannabis ad uso terapeutico che il competente Ministero della Salute vorrà autorizzare”.

Martina Sgorlon