“Cannabis terapeutica, la cura proibita”: convegno a Foggia il 21 dicembre

995585_10152094679762630_108661843_nNonostante in alcune Regioni sia stato legalizzato l’utilizzo di cannabis a livello terapeutico, in Italia la situazione del diritto alla cura per i pazienti continua ad essere difficile. Non potendo coltivare la pianta nel nostro Paese, come chiesto a più riprese da varie associazioni di pazienti e in particolare dal primo Cannabis Social Club italiano, LaPianTiamo, fondato da due malati di sclerosi multipla, il farmaco viene importato dall’estero, con costi, secondo Aduc.it triplicati da settembre (da 7 a 35 euro al grammo), impossibili da sostenere per la maggior parte dei pazienti. Pochi i medici che oggi sono disposti a prescrivere il farmaco, e poco chiare le normative a disposizione. Insomma, nonostante i passi avanti nelle normative di molti Stati europei e non, da noi la cannabis in medicina continua ad essere un tabù.

Con queste premesse i radicali dell’associazione Mariateresa Di Lascia insieme all’associazione LaPiantTamo organizzano a Foggia un convegno dal titolo “Cannabis terapeutica: la cura proibita”. L’evento, che ha ottenuto il patrocino del Comune di Foggia, si svolgerà sabato 21 dicembre alle ore 17:00 presso la sala “Mazza” del Museo civico. Interverranno: il sindaco di Foggia, Gianni Mongelli, l’assessore alla sanità della Regione Puglia, Elena Gentile, il segretario dell’associazione La Piantiamo – associazione di malati che hanno deciso di auto coltivare in Salento della cannabis a scopo terapeutico – Andrea Trisciuoglio, e il legale della stessa associazione, Chiara Longo, il sindaco del comune di Racale (Le) che ospiterà il primo cannabis social club d’Italia, Donato Metallo, lo psicoterapeuta Alfredo Calabrese, e il segretario regionale del PD, Sergio Blasi. L’incontro sarà moderato dalla giornalista Antonella Caruso e i lavori saranno aperti dalla proiezione del servizio realizzato da “Le Iene” sull’associazione LaPianTiamo.

Redazione Cannabisterapeutica.info

Commenti su FB

commenti su facebook

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta aggiornato!

Grazie per esserti iscritto!