Quali sono le infiorescenze di cannabis medicale disponibili in Italia?

Aprile 8 2021 | L'esperto risponde

Esistono differenti tipologie di infiorescenze di cannabis medicale e un criterio per poterle differenziare nella pratica clinica è il contenuto in percentuale dei due principi attivi principali: THC e CBD.

Pertanto possiamo individuare infiorescenze: ad alto contenuto di THC, con rapporto equilibrato tra THC e CBD e a prevalenza di CBD.

Le infiorescenze ad alto contenuto di THC

Le infiorescenze ad alto contenuto di THC possono avere una percentuale di questo principio attivo che parte dal 14% e può superare anche il 20%, mentre il CBD è intorno all’1%. I prodotti disponibili che rientrano in questa categoria sono: Bedrocan, Pedanios 22/1, FM1, Bedica e Bedrobinol.

I tipi di cannabis con un contenuto equilibrato di THC e CBD

Infiorescenze più equilibrate invece contengono entrambi i principi attivi in percentuali sovrapponibili, tra
5-7% di THC e 8-12% di CBD. In questo gruppo troviamo Bediol, Pedanios 8/8 e FM2.

Le infiorescenze con prevalenza di CBD

Le infiorescenze a prevalenza di CBD sono il Bedrolite e il Pedanios 1/9, in cui si trova circa il 9% di CBD con una quota di THC inferiore all’1%. Nei casi in cui sia necessaria un’alta concentrazione di CBD si può utilizzare anche il CBD cristallino, con
contenuto di CBD del 99%.

Nella pratica clinica conoscere queste differenze è importante per poter scegliere l’alternativa migliore per ogni paziente, in base all’obiettivo terapeutico e alla tolleranza individuale al farmaco. Un altro aspetto molto importante da considerare nell’impostare una terapia sono le diverse vie di somministrazione: orale, inalatoria e topica.

Dottoressa Valentina Florean – Referente per il monitoraggio clinico di Clinn